“Fermate quella trottola!”: piccola guida per genitori di bambini dislessici o iperattivi

MARTEDI’ 10 APRILE alle 20:30

presso l’Aula Magna della Scuola Media di Minusio

Relatori:

dr med. Valdo Pezzoli
FMH pediatria e neonatologia, MSc
primario del servizio di pediatria
Ospedale regionale di Lugano

e
Dunja Torroni:
Autrice del libro “L’aeroplano Tiziano”

I bambini sono e devono essere vivaci, si esprimono anche con il movimento e l’attività del corpo. Però non sempre il movimento è segno di benessere e salute. Alcuni bambini non riescono a tenere a freno la loro esuberanza perché soffrono di un disturbo chiamato ADHD. Per chi non è affetto da questo problema è difficile immedesimarsi e capire la situazione di questi ragazzi. Non riescono a concentrarsi su qualcosa se non per pochissimo tempo, continui stimoli richiamano la loro attenzione contemporaneamente, sentono un bisogno di muoversi irresistibile.

Il nostro mondo è disseminato di segni che dobbiamo continuamente leggere e interpretare: numeri, parole, lettere, simboli ci aiutano a muoverci nel quotidiano. Non è così per i bambini affetti da dislessia, discalcolia o disturbi simili, che rendono talmente complicata la lettura e la comprensione dei segni che libri, testi e problemi di aritmetica diventano una faticosa avventura.

La difficoltà a focalizzare una cosa dopo l’altra, il bisogno perenne di muoversi e le difficoltà di lettura e di calcolo sfociano in una grande sofferenza, sia per il bambino che è colpito da questi disturbi che per la famiglia o la classe scolastica in cui è inserito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *